Progettazione

Home Page / Progettazione

La Fondazione GAT ha le seguenti attività progettuali:

  1. Ideazione, progettazione, realizzazione e conduzione di attività agricole, di allevamento, di pesca, agroalimentari ed agroindustriali sul territorio nazionale.
  2. Produzione e valorizzazione delle produzioni agricole ed agroalimentari italiane, di qualità, diffuse e di nicchia.
  3. c. Ideazione, progettazione, realizzazione e conduzione, nel settore primario, di una filiera corta strutturata, così da poter avvicinare il produttore ed il consumatore.
  4. Ideazione, progettazione, realizzazione e conduzione di progetti innovativi nel campo delle energie alternative e rinnovabili.
  5. Promuovere e sostenere la produzione agricola biologica e naturale oltre alla valorizzazione e diffusione dei prodotti agroalimentari realizzati secondo i metodi di agricoltura biologica e naturale.
  6. Ideazione, progettazione e realizzazione di progetti di agricoltura sociale oltre alla realizzazione di attività ed assistenza a persone con disabilità di qualsiasi grado e genere.
  7. Ideazione, progettazione e realizzazione di un sistema di qualità dei prodotti agricoli ed agroalimentari che valorizzi le tipicità del territorio, l’eccellenza qualitativa, i valori etici e sociali.
  8. Tutela e valorizzazione della ruralità italiana, intesa come tradizioni, come storicità, come cultura, come modo di vivere, come patrimonio edilizio.
  9. Tutela e valorizzazione della pesca professionale e di quella sportiva – ricreativa.
  10. pubblicazione, edizione, diffusione,anche con tecnologie avanzate, di: brochure, articoli giornalistici, giornali, riviste, manifesti, pieghevoli, merchandising, diari, testi, pubblicazioni tecnico/culturali, divulgative, traduzioni, libri, ricerche, trials scientifici, video, radio, piattaforme e prodotti software e web, kit didattici, materiali audiovisivi, prodotti multimediali e interattivi, giochi, kit sensoriali.
  11. Ideazione, organizzazione, promozione e gestione di eventi quali: gemellaggi, valorizzazione e visite culturali enogastronomiche territoriali, fiere, convegni, tavole rotonde, congressi, conferenze, meeting, manifestazioni pubbliche, artistiche e culturali, spettacoli e laboratori informativi e didattici, mostre ed esposizioni, ricevimenti, concorsi e rappresentazioni teatrali, inclusa la gestione e la fornitura di personale operativo e di supporto e tecnologie nell’ambito delle strutture e dei luoghi in cui si realizzano le attività.
  12. Ideazione, progettazione, personalizzazione, assistenza, sviluppo e gestione di software e piattaforme per l’elearning per la formazione, anche a distanza, e per l’ecommerce agricolo ed agroalimentare.
  13. Ideazione e progettazione di materiali informativi, didattici e formativi mediante anche attraverso l’organizzazione di corsi teorico/pratici, compresi master e corsi di aggiornamento professionale, anche in collaborazione con Enti pubblici e privati.
  14. Consulenza a imprese e a enti pubblici e privati sulla produzione, trasformazione, commercializzazione, cultura e la comunicazione relativa alla sostenibilità economica, ambientale e socio-culturale legata al cibo e all’alimentazione.
  15. Ricerche di mercato e sondaggi di opinione.
  16. Organizzare eventi, iniziative, conferenze e dibattiti con esperti del settore e tutti i soggetti a qualsiasi titolo coinvolti.
  17. Promuovere ricerche scientifiche in campo agricolo, alimentare, nutrizionale e gastronomico con Enti pubblici e privati, nell’ambito della produzione, della sorveglianza alimentare e nutrizionale nonché nell’ambito della promozione della salute e della sostenibilità.
  18. Promuovere ed organizzare programmi di cultura alimentare e sensoriale per una più diffusa conoscenza delle radici storiche e dei processi produttivi in tutti i settori merceologici.
  19. Promuovere la conoscenza e la fruizione dei prodotti del territorio, anche attraverso l’organizzazione di iniziative di turismo enogastronomico.
  20. Erogare borse di studio e/o premi e/o contributi.

Tutto ciò introducendo, quando possibile, elementi di innovazione metodologica e organizzativa, atti a raggiungere nel modo più efficace ed efficiente gli scopi prefissi. La Fondazione può avvalersi di professionisti, istituire apposite Commissioni, nazionali e/o internazionali, e ogni altro organismo che si reputi necessario per le attività della Fondazione, stabilendone mansioni ed eventuali compensi, sempre allo scopo di raggiungere i fini stabiliti.